#56 | L’acqua: risorsa limitata

Lo sapevi che… il mondo ha sete, ma l’acqua potabile è una risorsa limitata?

Guardando la terra dallo spazio, l’ultima cosa che ci passa per la mente è che l’acqua sia limitata.

Eppure è proprio così: poco disponibile e non equamente distribuita.

Il 97% dell’acqua sulla terra è salata e solo il restante 3% è acqua dolce, di questo solo un terzo è utilizzata dall’uomo perché i due terzi sono trattenuti nei ghiacciai.

Ora possiamo capire perché l’acqua è definita l’oro blu del XXI secolo.

La crescita di consumi a livello mondiale e l’aumento del tenore di vita, porta inevitabilmente a maggiori consumi di acqua.

Secondo le stime del Water Resources Group della Banca Mondiale, si prevede che entro il 2030 la domanda di acqua supererà del 40% la disponibilità mondiale di questa risorsa.

Agricoltura, famiglie e industria sono i settori che impattano maggiormente.

Circa un quinto di tutta l’acqua utilizzata, è consumata dall’industria, ecco perché le aziende hanno una grande responsabilità ed un ruolo fondamentale nel rimodellare l’utilizzo ed il recupero di questa risorsa.

Le società che saranno in grado di limitare il loro utilizzo, ne beneficeranno in minori costi, ma anche in reputazione e quindi preferenza di consumatori sempre più attenti e sensibili all’ambiente e ancora alla preferenza degli investitori sempre in ottica di rispetto verso la sostenibilità anche ambientale e quindi motivo in più integrare una valutazione oltre quella economica.

E’ possibile ridurre il consumo?

Sì, grazie all’utilizzo di tecnologie efficienti.

Alcune società del settore tecnologico, ad esempio, stanno studiando nuovi metodi per reperire l’acqua, attraverso tecniche di desalinizzazione dell’acqua di mare, la costruzione di pozzi appositi e tecniche di stoccaggio.

Ma tanto ancora c’è da fare, basti pensare che 2,2 miliardi di persone al mondo, oggi, non hanno servizi di acqua potabile gestiti in modo sicuro, 4,2 miliardi di persone non hanno servizi igienico sanitari di base.

L’argomento è molto ampio e non voglio correre il rischio di essere banale.

Quello che voglio sottolineare oggi, è che si è realmente capita la direzione da prendere e deve essere fatto con urgenza.

L’acqua è il 6° obiettivo dell’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e il 2030 è qui dietro l’angolo, ma sono confidente che verranno fatti grandi passi in avanti.

Ci sono tanti interessi, tante opportunità ed una grande attenzione verso un mondo più sostenibile, nell’interesse di tutti, in primis le nuove generazioni e l’ambiente.

E’ una grande sfida!

“Non c’è nulla come una sfida che faccia uscire ciò che di meglio c’è nell’uomo”

Sean Connery